mercoledì 6 luglio 2022

Top Gun: Maverick

 


Pronti per il decollo?

“Top Gun: Maverick”, il sequel del miglior film degli anni '80 di Tom Cruise,

è già stato descritto come uno dei migliori di sempre, nonostante gli innumerevoli ritardi dovuti alla pandemia e a ben 36 anni dal film originale.

Pare che “Top Gun: Maverick” sia uno dei migliori film dell'anno e sicuramente si classifica come una delle esperienze più gratificanti e da togliere il fiato dell’ultimo decennio. A quasi sessant’anni Tom Cruise riceve un regalo molto gratificante per la sua lunghissima carriera con il raggiungimento di un miliardo di dollari di incassi a livello mondiale per il nuovo film Top Gun. 

L’affascinante pellicola ha dovuto affrontare un compito piuttosto arduo: il leggendario film originale del 1986 del regista Tony Scott ha fatto in modo che qualsiasi sequel avrebbe camminato sui carboni ardenti se non fosse stato realizzato con le giuste intenzioni ma, nonostante queste altissime aspettative, il nuovo successo di Tom Cruise ha effettivamente migliorato e approfondito appropriatamente alcune delle tematiche proposte dal film originale. 

Ambientato qualche decennio dopo gli eventi del primo film, si vede il pilota Maverick (Tom Cruise) ancora in attività, sempre con il rango di capitano, dal momento che i suoi metodi poco ortodossi non si adattano alle alte sfere della marina militare. Dopo aver fatto infuriare un ammiraglio (Ed Harris), Maverick rischia di perdere tutto, ma viene salvato dall'ex-rivale Tom "Iceman" Kazansky (Val Kilmer), che lo recluta per addestrare una nuova generazione di piloti nella stessa scuola che loro due avevano frequentato quasi quarant'anni prima, la “Top Gun”. Un incarico delicato per due motivi: il corso va completato in un arco di tempo abbastanza breve, in quanto legato a una missione speciale ad alto rischio in territorio nemico; inoltre tra gli studenti c'è il tenente Bradley "Rooster" Bradshaw (Miles Teller), figlio del compianto compagno di volo di Maverick, Nick “Goose” Bradshaw, il quale dopo la dipartita del padre non è mai andato d’accordo con il rinomato pilota. 

Questo capolavoro è caratterizzato da scene incredibili di volo, un addestramento duro e tanto divertimento. È semplicemente un tornado di emozioni che vi farà volare.

Francesca Argirò

Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog consiglia:

Collegio San Giuseppe - Istituto De Merode: un openday diffuso

 Quest'anno, a causa della pandemia, l'openday è stato organizzato in maniera ancora più attenta e appassionata del solito ( CLICCA ...

Top 5 della settimana